-SPECIALE NATALIZIO- "La forza della Solitudine" Ep.4

Scritto da _Hanon_love il 24/11/2019 alle 21:06

0 commenti & 25 visualizzazioni

Scritto da _Hanon_love

#1
Commenta 
Per prima cosa, i due, progettarono i volantini da stampare attraverso alcuni programmi informatici, con le varie scritte, alcune foto prese qua e là ed ovviamente il giorno dell'evento che fu scelto al momento poichè Kuba non ci aveva minimamente pensato: ogni tre per due Kuba si "demoralizzava", guardava la parte pessimista della situazione..
Kuba: <<E se non verrà nessuno? E se ciò che stiamo facendo è tutto inutile? E se faremo una figura di m.... solo noi in mezzo alla piazza con tutti i visitatori che ci sono in periodo natalizio? E se...>>
Mikins: <<E se stessi zitto? Perchè devi per forza pensare al disastro più totale? Un pò di ottimismo e vedrai che faremo tutto! E se poi faremo una figura di m... come dici: pazienza! Noi ci abbiamo provato!>>
In qualche modo, Mikins riuscì a risollevare l'animo del giovane, e senza distogliersi più dall'obiettivo, riuscirono a concludere i manifesti, a creare l'annuncio e postarlo sul Web ed infine passare alla stampa dei volantini. Mikins, chiamò il suo autista, il quale fu incaricato di "spacciare" i volantini per tutte le strade di Habbo City per far capitare essi, non solo nelle mani degli Habbini, ma anche e sopratutto nelle mani degli stranieri e turisti arrivati ad Habbo City per poter passare le vacanze in tranquillità ed in famiglia. Kuba decise di includere anche sua sorella nel progetto, con l'obiettivo di smuovere un pò i suoi animi anche se lei non era per nulla entusiasta, nè di festeggiare il Natale nè di andare in vacanza come originariamente si aveva progettato. Ovviamente si assicurò di dargli un compito che non esigeva l'utilizzo della voce, poichè si era ormai arreso all'idea di riuscire a far parlare sua sorella, ormai considerata muta: Kuba assegnò ad Anastasia il compito di controllare i social e gli annunci da loro fatti ed occuparsi della comunicazione, via messaggio, di coloro che erano interessati al progetto.

Purtroppo nella prima settimana dall'inizio del progetto, l'esigenza di dover rispondere a qualcuno non si presentò poichè nessuno si degnò di inviare un misero messaggio ad Anastasia, anche semplicemente a titolo informativo. Passata una settimana, non vi era più la voglia di mangiare in Kuba che, demoralizzato e pessimista, rifiutava qualsiasi cosa, dal cibo al sostegno morale di Mikins. Non si può biasimare lo stato emotivo di Kuba che, inizialmente tanto entusiasta dell'idea e dell'iniziativa, desideroso di fare la differenza, vedersi smontare tutto davanti pezzo dopo pezzo, creò in lui un senso di inutilità. Passò un'altra settimana e in questa Mikins si vide costretto ad obbligare il giovane a mangiare, poichè essendo medico, era preoccupato di come la salute di Kuba potesse peggiorare.. Arrivò il Venerdì e Anastasia quasi per "sdegno", entrò nella pagina aperta dal fratello per il progetto, la guardò per circa 10 secondi, e presa dall'ira, chiusa la pagina, nel momento in cui... l'icona del messaggio si illuminò di rosso, un attimo prima che la ragazza potesse chiudere la page.
Non ci pensò due volte, riaprì la pagina, corse nella sezione "Messaggio", e vide che un'italiano aveva chiesto qualche dettaglio in più sull'annuncio:
???: <<Ciao mi chiamo Francesco e sono di Salerno. Ho 26 anni, e scrivo a questa pagina poichè questo progetto ha destato la mia attenzione! Trovo l'idea molto bella, ispirante e sopratutto motivante! Volevo solo chiedere alcune informazioni riguardo ciò poichè avrei intenzione di partecipare. Grazie mille per la disponibilità e complimenti ancora per il progetto!>>
Anastasia sembrava aver assistito ad un miracolo! Va in camera di Kuba, lo prende per mano, lo porta in camera sua, contro la volontà del ragazzo, prende il pc e lo mostra a suo fratello. Inizialmente Kuba reagì in modo schivo finchè non si schiarì la vista e notò bene che ciò che stava guardando non era un'allucinazione ma era pura realtà!
Kuba: <<Oddio sto sognando?! Rispondi subito Anastasia! Non facciamo sfuggire quest'occasione!>>
Messaggiarono con questo Francesco per più di 15 minuti con ottimi risultati! Il giovane italiano si dimostrò molto disponibile a partecipare all'iniziativa, anche a livello organizzativo per quel poco che potesse fare; tutto ciò accolto a braccia aperte dagli organizzatori che videro aprirsi davanti a loro una piccola porta.
Quel messaggio ebbe la funzione quasi da motore per la "macchina"; infatti, molti furono i messaggi proveniente dal Mondo del Web, tutti di persone interessate al progetto: Ci furono quelli realmente interessati che chiedevano informazioni, chi si mise a disposizione anche a livello economico, chi fece alcune proposte sempre ben accette, e chi si divertì a prendere per i fondelli i nostri ragazzi, ma fortunatamente quest'ultimi non furono molti.
Cita messaggio


Vai al forum: