Caricamento

"Libro di Habbo" "Guardians" Ep.42 Lezione dopo Lezione

Scritto da _Hanon_love il 09/08/2020 alle 16:07

0 commenti & 263 visualizzazioni

Scritto da _Hanon_love

#1
Scrivi 
...Ma non preoccupatevi! Basterà dimostrare impegno e temperanza, e vedrete come tutto andrà liscio come l'olio!>> - disse con aria orgogliosa la Prof.ssa Luana, allontanandosi dai suoi studenti, e avvicinandosi maggiormente al collega Appell poco più indietro di lei - <<Io direi di cominciare con la lezione non credi Appell? Li vedo un pò annoiati, è bene iniziare così si scaldano un pò!>>

Prof. Appell: <<Mi trovi pienamente d'accordo! Allora giovani, dividetevi in gruppi, giusto la metà, ogni gruppo eseguirà un esercizio determinato, chi di pronuncia, chi di auto-difesa; Fatto ciò, invertiremo i ruoli.>>

Divisi in gruppi gli studenti, senza nessuna divisione interna tra streghe, fate e templari, si partì con l'esercitazione capitanata ardentemente dai due Professori:
Prof. Appell: <<Vi trovate davanti il vostro peggior nemico, cosa fate?>>

Bever: <<Attacco senza dargli la possibilità di fare la prima mossa, è abbastanza logico no? Fare la prima mossa è vitale in battaglia!>>

Prof. Appell: <<Se sei un poppante alle prime armi si! Ma si da il caso che voi dovreste aver affinato le vostre doti da strateghi, e non il vostro istinto animalesco, caro Bever!>> - disse minimamente irritato il giovane insegnante - <<La prima cosa da fare, ad un faccia a faccia con l'avversario, è prevedere la mossa che egli potrà fare!..>>

Jessie: <<Unire le forze? Se l'avversario nota di essere in difficoltà di certo non ci attaccherà come un toro indemoniato!>> - disse la giovane incosciente, interrompendo le parole di Appell - 

Prof. Appell: <<Se siete in gruppo potrebbe essere un'ottima riuscita, ma se sei da sola, o se il tuo avversario è tanto forte da non farsi intimorire da 4 studentelli di primo anno? Come la metti Jessie?>> - avvicinandosi al tavolo di Jessie, rivolgendo lo sguardo a quest'ultimo, mentre le parole si affacciavano al collettivo - <<Il mio consiglio è sempre aspettare che l'avversario faccia la sua prima mossa, sempre se voi siate capaci di proteggervi, e non di farvi colpire come dei pesci lessi! In questo ci aiuterà la Prof.ssa Luana, prego!>>

Con l'inizio di Luana, si partì al tempo stesso con il lato pratico della lezione: due studenti, uno per ogni gruppo, si posizionano uno difronte all'altro, animando la probabile scena futura.

Prof.ssa Luana: <<Lucas, ti trovi difronte il tuo avversario, aspetta che lui faccia la sua prima mossa, tienilo ben sotto tiro!>>

Prof. Appell: <<Focalizza nella tua mente l'incantesimo che vuoi evocare, congiungi le mani, e concentrati.. Se sei pronta, pronuncia "Tecrilo", è scaglia la sfera prodotta contro Lucas..>>
La principiante fata, con la dovuta concentrazione porta a frutto l'esercizio, ormai lo scettro della scena passa nelle mani del templare..

Prof.ssa Luana: <<Non hai magia materiale, ma puoi contrastare l'attacco utilizzando le tue armi: usa la spada per bloccare l'attacco!>>  ...

Intanto, Talessa, insieme a Cosmia nel suo ufficio, procedeva con la terapia riservata alla preside, per guarire al più presto dai danni inflittogli dalle Forze Ancestrali..

Talessa: <<Mentre eseguo l'intervento, potresti anche star ferma Cosmia, non è necessario il tuo movimento costante..>>
Una terapia distante dal paziente, che comportava solo e soltanto una connessione spiritica, ed un intervento interno al corpo del paziente eseguito dall'anima materializzata di Talessa, sempre a distanza..

Cosmia: <<Star ferma? Ancora devo comunicare l'atto atroce commesso da quel Lorden ai miei studenti, alla scuola di Julisis! Non posso lasciar perdere..>>

Talessa: <<Ti risponderei in altri modi se non fossi così concentrata, ma posso dirti solo che stai perdendo tempo.. Sono stati loro a cacciarsi nei guai, ne sono usciti grazie a voi, fine. Lorden non oserà penetrare in questa scuola, conoscendo le conseguenze..>>

Aveva davvero ragione la Strega medico? E se Lorden si era gia infiltrato nell'edificio? Nulla impediva lui di fare un qualcosa di simile: il potere c'era, la magia non mancava, le motivazioni...


Vai al forum: