Caricamento

"Libro di Habbo" "I retroscena del Sol" Ep.24 Dolce Melodia

Scritto da _Hanon_love il 01/09/2020 alle 10:18

0 commenti & 282 visualizzazioni

Scritto da _Hanon_love

#1
Stanza 
..Bisognava scegliere una persona, ferma nelle sue parole, corposa nei suoi concetti e sopratutto una parte neutrale capace di stare nel mezzo, senza intromettersi nella coppia di Vanessa e Kai, e neanche negli affari di Zack. Si arrivò a decidere: la persona più adatta, che rispecchiasse maggiormente queste qualità, era il solo Gabriele, escludendo James dato essere il fratello di Kai.
Le prove non continuarono, dato anche il tardo orario che si era fatto, per cui Gabriele non aspetta oltre, e si dirige subito a casa di Zack, raccomandando ai propri compagni di mantenere l'azione segreta, date possibili reazioni negative sopratutto da parte della madre di Vanessa, Giovanna, ormai suscettibile quando si parlava del giovane escluso.

Mentre Gabriele si dirigeva da Zack, i 3 continuarono a parlare..

James: <<Dai ragazzi non fate quella faccia.. So che non sarà semplice guardarvi negli occhi, parlare professionalmente, ma almeno dovete, dobbiamo, provarci!>> -disse guardando Vanessa che graffiava le sue unghie in segno di nervosismo, mentre Kai era rivolto alla finestra, assorto nei suoi pensieri-

Vanessa: <<Ti do piena ragione James, ma purtroppo non è così facile.. Io prometto che ci proverò. Sicuramente, farò di tutto per non far si che il morale del gruppo distrugga le nostre possibilità al Festival, e sopratutto la nostra amicizia..>> -alleviando la propria tensione, partendo con i migliori propositi- <<Kai tu che dici? Non hai detto quasi nulla da quando Gabriele se n'è andato..>> -disse rattristandosi, ma senza un nulla di fatto, ottenne solo il prolungamento del silenzio dell'amato-.

Intanto Gabriele era giunto a casa di Zack, e fu accolto dalla madre..

Gabriele: <<Spero non stia disturbando Signora.. Ero venuto giusto un attimo per parlare con Zack, se era in casa..>> -rivolgendosi caldamente alla padrona di casa-

Iolanda: <<Oh Gabriele! Sei sempre il benvenuto in questa casa, nessuno disturbo! Vado subito a chiamarti Zack, dovrebbe essere in camera sua.>> -disse dolcemente la donna, contrariamente a quanto dimostrato nel confronto con Giovanna, la madre di Vanessa-.

Mentre Gabriele attendeva, riuscì a sentire il suono di un pianoforte provenire da una stanza, al piano terra. L'istinto lo porta a soddisfare la propria curiosità: Si alza lentamente dal divano di pelle, in modo da non eccessivo rumore, e cammina pacatamente verso il ciglio della porta della stanza da dove sentiva le dolci note uscire. Arrivato, si affaccia leggermente: Un'anziana signora, con addosso una copertina di lana, che le copriva le spalle e la gobba, suonava lentamente il pianoforte, aggraziata dalla dolce melodia. Sapeva cosa stesse facendo, e con fare esperto ma arrugginito, imbottiva quelle mura, quei mobili, le orecchie di chi abitava quella casa, di dolce melodia, raffinata, delicata, e perfetta. Gabriele fu ipnotizzato da ciò che quell'anziana signora riusciva a tirar fuori da dei semplici tasti di un pianoforte, ma poi con che maestria!

Zack: <<Gabriele? Che stai facendo?>> -disse vedendo l'amico impalato sul ciglio della stanza-

Gabriele: <<Oh Zack! Quella signora mi aveva rapito la sua bellissima musica.. è un qualcosa di perfetto..>> -disse continuando a guardare stupito l'anziana donna-

Zack: <<Lei è mia nonna.. Non ne parlo mai, ma nella sua vita ha sempre amato il pianoforte, la musica in generale.. Il suo talento però, non è uguale alla sua fortuna purtroppo.. Passa le giornate intere aspettando che il male che si porta dentro, la divori completamente, e trascorre il tempo suonando e risuonando le note della stessa canzone, sempre.. Ha ben 89 anni, la sua vita è stata sfortunata per la musica, ma accompagnata da tanto amore ricevuto e perso, tanta felicità e tristezza, ma è ancora là.. La sua terapia è la musica..>> -disse commosso il giovane, asciugando le lacrime che sgorgavano dalle sue guancia-

Gabriele: <<Mi dispiace vivamente.. Non pensavo avessi tutto questo sulle spalle.. Se vuoi sono qui per parlare, qualsiasi cosa..>>...


Vai al forum: